Bando Fondazione Intesa San Paolo   Stampa questo documento dal titolo: . Stampa

BANDO DI CONCORSO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI, MESSI A DISPOSIZIONE DALLA FONDAZIONE INTESA SANPAOLO ONLUS, A FAVORE DI STUDENTI UNIVERSITARI DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI SALERNO A.A.2016/17 ART. 1 - FINALITÀ 1. La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, in collaborazione con l’Università degli Studi di Salerno, per l’anno accademico 2016/17, istituisce un concorso per l’assegnazione di almeno 40 contributi a favore di studenti universitari iscritti a corsi di laurea e a corsi di laurea magistrale presso l’Università degli Studi di Salerno, che si trovano in condizioni di svantaggio fisico, psichico, sociale o familiare o in difficoltà economica. 2. I contributi, cadauno di importo compreso tra € 1.500,00 ed € 3.000,00, per l’anno accademico 2016/17, nei limiti previsti e sino ad esaurimento dell'apposito stanziamento di bilancio di € 75.000,00 (settantacinquemila/00), una sola volta nel corso di studio. 3. Nel caso in cui risultino vincitori studenti appartenenti allo stesso nucleo familiare, la Commissione giudicatrice potrà assegnare loro complessivamente un importo non superiore a 1,7 volte l’importo minimo della borsa di studio stabilito dal bando. ART. 2 - REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ 1. I contributi possono essere concessi nei seguenti casi: a) studenti con basso reddito o che si siano venuti a trovare in gravi situazioni economiche per un notevole aumento delle spese sostenute o per una notevole diminuzione del reddito a disposizione (disoccupazione, cassa integrazione, fallimento, licenziamento, forte indebitamento, morte del soggetto principale percettore di reddito, ecc., con riferimento ai componenti dell’intero nucleo familiare); b) malattie gravi e invalidità che abbiano colpito lo studente o uno o più familiari; c) incidenti, interventi chirurgici, cure riabilitative costose, necessità di assistenza continua, anche per un membro del nucleo familiare; d) studenti stranieri con lo status di rifugiati; e) vittime della criminalità organizzata; f) altre situazioni di svantaggio aventi particolare rilievo. 2. Gli eventi di cui al comma 1) devono essersi verificati non oltre 18 mesi prima della data di indizione del presente bando. 3. E’ lasciata facoltà alla Commissione giudicatrice di valutare particolari situazioni di gravità verificatesi oltre l’anno con conseguenze non ancora risolte. ART. 3 - DESTINATARI 1. Possono presentare domanda di partecipazione al concorso tutti gli studenti regolarmente iscritti nell’anno accademico 2016/17 presso l’Università degli Studi di Salerno, in regola con il pagamento delle tasse universitarie relative a precedenti anni accademici, che non abbiano ricevuto in precedenza sanzioni a seguito di presentazione di dichiarazioni mendaci finalizzate al conseguimento di benefici per il diritto allo studio ed in possesso dei seguenti requisiti: a)Requisiti di anzianità (alla data di scadenza del bando): a1) studenti iscritti ad un corso di laurea o ad un corso di laurea magistrale a ciclo unico: dal 2° anno di iscrizione e fino al 1° anno fuori corso; a2) studenti iscritti ad un corso di laurea magistrale: dal 1° anno di iscrizione e fino al 1°anno fuori corso. b) Requisiti di reddito: b1) Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del proprio nucleo familiare, non superiore a € 20.000,00. c) Altri requisiti da possedere entro la data di scadenza del bando Gli studenti: c1) devono aver superato esami che abbiano determinato almeno 20 crediti per ogni anno di iscrizione, di cui almeno 15 il primo anno. (la verifica viene effettuata con riferimento al precedente A.A. e tenendo conto di tutti gli esami sostenuti positivamente entro la data di scadenza del bando; esempio 1 studente iscritto al 2° anno della triennale: occorrono 15 crediti; esempio 2 studente iscritto al 3 anno triennale: occorrono 35 crediti; esempio 3: studente iscritto al 1° anno magistrale: nessun credito richiesto; esempio 4 studente iscritto al 1° fuori corso magistrale: occorrono 35 crediti). c2) non devono aver già conseguito un titolo dello stesso livello del corso per il quale presentano domanda. c3) non devono aver superato il 35° anno di età. 2. Gli studenti stranieri provenienti da Paesi appartenenti o non appartenenti all'Unione Europea, gli studenti italiani residenti all’estero e gli studenti italiani con familiari che detengono redditi e patrimoni all’estero debbono OBBLIGATORIAMENTE allegare alla domanda compilata secondo le indicazioni di cui al successivo art. 4 la documentazione rilasciata dalle competenti autorità nel Paese ove i redditi/patrimoni sono stati prodotti, tradotta in lingua italiana e convalidata dalle autorità diplomatiche italiane competenti per il territorio. ART. 4 – TERMINI E DOMANDA DI PRESENTAZIONE Le domande di ammissione alla selezione, intestate alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, sono costituite da un modulo online da compilare collegandosi alla propria Area Utente attraverso il sito web Unisa, all’indirizzo: http://web.unisa.it/home/bandi/opportunita-diritto-allo-studio/richiesta-contributo. Una volta compilate e confermate, le domande dovranno essere stampate, debitamente firmate ed inviate a mezzo raccomandata A/R a: Università degli Studi di Salerno – Via Giovanni Paolo II, 132 – 84084 Fisciano – e debbono pervenire entro e non oltre il 13 aprile 2017 in stessa busta recante la dicitura “Contributi della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus per studenti”. Le domande dovranno contenere la documentazione utile per la valutazione della gravità degli eventi o comunque della particolare situazione di difficoltà economica per cui si richiede il contributo. Non saranno accolte domande di partecipazione pervenute con altre modalità e oltre la scadenza prefissata. A tal fine farà fede il timbro postale. Per informazioni e/o chiarimenti gli studenti potranno rivolgersi al seguente riferimento e-mail: dirstu@unisa.it. L’Università degli Studi di Salerno provvederà d'ufficio a verificare la regolare iscrizione dello studente per l’a.a. 2016/17, il rispetto dei requisiti di reddito e merito nonché quanto previsto dal successivo punto 6. Non sarà considerato regolarmente iscritto lo studente che non risulti in regola con il pagamento delle tasse universitarie relative a precedenti anni accademici. Alle domande dovrà essere allegata, a pena di esclusione, la seguente documentazione:  il modulo – allegato 1 - avente ad oggetto “Protezione dei dati personali”, debitamente sottoscritto da tutti i soggetti interessati (studente e familiari cui i dati si riferiscono). La mancanza del modulo o la non corretta sottoscrizione da parte di tutti i componenti il nucleo familiare potrebbe comportare l’esclusione dal bando;  copia di un documento di identità valido;  certificato “INPS-ISEE 2016”. Qualora tale indice non tenga conto dei disagi segnalati, si può produrre anche il mod. ISEE corrente. La mancata presentazione del mod. ISEE comporterà l’esclusione dal bando.  la documentazione idonea a supportare i disagi segnalati. L’autocertificazione non costituisce documentazione idonea. In mancanza della suddetta documentazione, la Commissione non terrà conto del disagio segnalato. Lo studente può consegnare entro e non oltre il 10° giorno successivo al termine di presentazione delle domande – termine che resta inderogabile per la domanda stessa – i documenti che non è in grado di produrre contestualmente alla domanda. Tale facoltà è ammessa solo se lo studente indica sulla domanda i documenti che intende produrre successivamente. Gli studenti dovranno dare tempestiva comunicazione di qualsiasi evento che si verifichi successivamente alla data di presentazione/spedizione della domanda (trasferimento o passaggio ad altro corso di laurea, rinuncia agli studi, variazione di domicilio, di recapiti telefonici o indirizzi di posta elettronica). Gli studenti che, al fine di trarne un vantaggio personale, producano dichiarazioni non veritiere o documenti mendaci si rendono moralmente responsabili di recare danno ad altri studenti che versano in reali situazioni di disagio. ART. 5 – COMMISSIONE GIUDICATRICE 1. La Commissione giudicatrice sarà nominata dal Rettore e comprenderà due rappresentanti dell’Università, un rappresentante designato dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus. 2. La Commissione giudicatrice si avvarrà del supporto del personale amministrativo dell’Università appositamente individuato dall’Università stessa, al quale spetterà la verifica della sussistenza dei requisiti di cui agli artt. 3 e 6 del presente bando nonché la predisposizione dell’elenco dei partecipanti contenente tutte le informazioni necessarie alla Commissione giudicatrice. 3. La Commissione giudicatrice, recepita la documentazione presentata dai candidati e già verificata dal personale amministrativo in relazione alla sussistenza dei requisiti di ammissione di cui sopra, procederà con il proprio insindacabile giudizio all’assegnazione dei contributi oggetto del bando sulla base di criteri di valutazione appositamente stabiliti dalla stessa in occasione della prima seduta. 4. Saranno presi in considerazione, in via preferenziale e comunque fino ad esaurimento dei fondi disponibili, coloro che presentano due o più delle situazioni di svantaggio elencate all’articolo 2 del presente bando, ferma restando comunque la discrezionalità della Commissione nella valutazione della gravità delle situazioni di svantaggio documentate dal singolo candidato. 5. La Commissione è competente a decidere anche per situazioni eventualmente non regolamentate dal bando. Il giudizio della Commissione è insindacabile e non è previsto il ricorso avverso alle decisioni assunte da tale organo. 6. La Commissione redige un verbale contenente l’elenco di tutti gli studenti suddiviso tra coloro che non presentano i requisiti oggettivi per essere valutati e coloro che vengono valutati, con evidenza dei vincitori e degli idonei. Il verbale, sottoscritto dai Commissari, viene trasmesso alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus che provvederà a comunicare l’esito del bando a tutti i partecipanti all’indirizzo di posta elettronica indicata nella domanda. 7. I lavori della Commissione dovranno concludersi entro tre mesi dalla data di scadenza del bando. 8. Ogni studente riceverà dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus la comunicazione dell’esito del bando alla casella di posta elettronica indicata sul modulo della domanda. ART. 6 – DIVIETO DI CUMULO 1. Il contributo non è cumulabile con altre borse di studio, contributi e finanziamenti erogati in applicazione alla vigente normativa in materia di diritto allo studio, né con borse erogate da altri Enti. L’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie non costituisce causa di incompatibilità con il contributo. 2. Nella domanda di erogazione di contributo, l’interessato dovrà indicare sotto la sua diretta responsabilità di non usufruire di borse di studio, contributi e finanziamenti erogati in applicazione alla vigente normativa in materia di diritto allo studio, né di borse erogate da altri Enti. 3. Qualora il candidato risultasse assegnatario per lo stesso anno accademico di altra/o borsa/contributo/finanziamento successivamente all’assegnazione del contributo di cui al presente bando, dovrà darne immediata comunicazione alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus dichiarando se intende mantenere il contributo della Fondazione o optare per altra borsa/contributo/finanziamento. Il diritto di opzione è esercitabile entro la data fissata per la data di consegna della borsa di studio indicata nell’e mail indirizzata ai vincitori. Sulla base di tale opzione la Fondazione provvederà a riassegnare il contributo nella misura minima prevista dal bando. Le eventuali rinunce pervenute dopo la data di consegna del contributo comporteranno il recupero del contributo già erogato senza riassegnazione dello stesso ad altro studente. ART. 7 – REVOCA DEI CONTRIBUTI 1. Il contributo sarà revocato: - nel caso in cui siano rilevate difformità sostanziali tra quanto dichiarato dallo studente e l’effettiva situazione economico finanziaria o familiare dello stesso; - nel caso in cui lo studente benefici per il medesimo anno accademico di altre borse/contributi/finanziamenti, salvo quanto specificato all’art. 6, comma 3. 2. La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus provvederà al recupero delle somme erogate attraverso i meccanismi previsti dalla legge. ART. 8 – CONSEGNA E PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI AI VINCITORI L’Università organizzerà, presso propri locali, la cerimonia conclusiva del concorso. La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus provvederà al pagamento del contributo stabilito dalla Commissione giudicatrice mediante accredito di una carta ricaricabile Superflash emessa da una banca del Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo. La carta Superflash dovrà essere attivata dallo studente entro 30 giorni dalla data di assegnazione del contributo. ART. 9 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI I dati personali forniti con le domande di partecipazione al bando saranno trattati nel rispetto del diritto alla protezione dei dati personali e dei diritti alla tutela della riservatezza e dell’identità personale, di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003 n.196. I dati saranno trattati esclusivamente per gli adempimenti connessi all’esecuzione del presente bando. Titolari autonomi del trattamento dei dati personali sono l’Università degli Studi di Salerno nella figura del suo legale rappresentante e la Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, Piazza Ferrari 10 – 20121 Milano Data 03.03.2017 Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus Università degli Studi di Salerno Il Presidente Il Rettore Pietro De Sarlo Aurelio Tommasetti

Pubblicazione del: 22-03-2017


« Precedente   Elenco   Successiva »


Titolo Precedente: “Ipovsione oggi: problematiche e prospettive” questo il titolo del seminario promosso da UICI Campania a Nola

Titolo Successivo: CONVEGNO REGIONALE FORMATIVO

Elenco Generale Bando Fondazione Intesa San Paolo


LOGIN

  

Registrati

Recupera Password


Statistiche Sito

Accessi totali:14194

Pag. Visitate:30362

Accessi di Oggi 4

Pagine di Oggi 4


Utenti Registrati: 21

L'ultimo è stato: Luca97
14-03-2017 [14:29]


Utenti Online:1
Anonimi: 1
Registrati: 0